martedì 1 ottobre 2013

AD ISPIRAZIONE CAPODIMONTE


Questa sera vi voglio parlare della  ceramica di Capodimonte che sicuramente conoscerete  e che rappresenta un vanto della produzione artigianale della mia regione ...la Campania.

Questa pregiatissima porcellana  deve il suo nome alla zona collinare di Capodimonte a Napoli dove è situata la famosa Reggia e, proprio qui ,nella metà del Settecento, il re Carlo di Borbone e sua moglie Maria Amalia di Sassonia fondano all'interno del complesso di Capodimonte, la Real Fabbrica di porcellane , oggi  Museo. 
 
Le porcellane della Real Fabbrica sono  contrassegnate con una lettera “N” azzurra coronata.

L'idea della porcellana nacque prendendo come riferimento,  le produzioni di Meissen, le famose porcellane di Dresda 
ma  ben presto la produzione di  Capodimonte si distinse
per eleganza e raffinatezza.
Naturalmente la produzione continua ancora oggi ad opera delle botteghe che sono sorte intorno alla Reggia ma chiaramente si concentra più su piccoli oggetti di natura figurativa  o floreale .

Io adoro tantissimo queste piccole opere d'arte 
e quando ci rechiamo a Napoli, nei dintorni della Reggia,
mi piace soffermarmi a girovagare tra le botteghe di ceramica per osservare quei delicatissimi fiori così perfetti e spesso vengo via dopo averne comprato qualcuno..a casa ho una piccola collezione di oggetti di Capodimonte .

Allora mi sono detta .........molto modestamente  :))) 
perchè non prendere ad esempio quei delicatissimi mazzettini e tentare ...dico tentare...
di realizzarne qualcuno utilizzando la pasta di mais???

Presunzione estrema mi metto all'opera  ed ecco il risultato





















 Come primo tentativo non sembra così mal riuscito -.-

 









2 commenti:

  1. stupendi grazie di aver partecipato al mio spring party ciao laura

    RispondiElimina