questo blog è il mio angolo creativo dove posso mostrare tutto ciò che la mia mente pensa e decide di creare in allegria e serenità e condividere con altri le mie passioni....decoupage ...pasta di mais...cucito.... chiacchierino..... tombolo



martedì 17 dicembre 2013

IL PRESEPE



la parola viene dal latino praesepe o praesepium e che vuol dire "mangiatoia".

I primi a descrivere la Natività sono gli evangelisti  Luca e Matteo.
  
Comunemente il "padre del presepio" viene considerato  
San Francesco d'Assisi , poiché a Natale del 1223
fece il primo presepio in un bosco con una mangiatoia all'interno di una caverna con un asino ed un bue viventi,    
ma senza la Sacra Famiglia.

Il primo esempio di presepe inanimato è invece quello scolpito nel legno da  Arnolfo di Cambio  nel 1280.

Un periodo fiorente per i presepi fu il '600 quando vennero costruiti  presepi preziosi e fastosi in molte chiese mentre durante il 700 diventa  moda,  esce dalle chiese per entrare soprattutto nelle case dell’aristrocrazia  che ne fa un motivo di vanto gareggiando per i presepi più sfarzosi e scenografici ed è in  questo periodo che nasce la figura dell’artista che si dedica alla creazione di pastori.

In questo campo artistico l’esempio più particolare si ha nei 
presepi napoletani la cui caratteristica principale è 
l' inserimento della sacra  rappresentazione della natività nel paesaggio campano,ricostruito in scorci di vita che vedono personaggi della nobiltà, della borghesia e del popolo còlti nelle loro occupazioni giornaliere o nei momenti di svago.

Ulteriore novità è la trasformazione delle statue in manichini di legno con arti in fil di ferro, per dare movimento,mentre le teste e gli arti sono in legno dipinto, 
che poi sarà gradualmente sostituito dalla terracotta policroma.

I pastori sono abbigliati con vesti di stoffe più o meno ricche,
adornati con monili e muniti degli strumenti di lavoro tipici dei mestieri dell'epoca e tutti riprodotti con esattezza anche nei minimi particolari. 

Nella prima metà dell'800 la moda -e conseguentemente la passione- dei presepi tramontò ma è rinata nei giorni nostri e rappresenta una caratteristica  dell’artigianato italiano sopratutto meridionale .



Quanto mi diverte cogliere l’occasione di un post 
per un po’ di storia su tradizioni 
che noi ormai diamo per scontate
e magari non ne conosciamo neanche l’origine …
non è il caso del presepe naturalmente 
perchè forse è l’unica tradizione che ci viene spiegata 
già da piccolini quando ci divertiamo 
con i nostri genitori a mettere in atto una scenografia
per un avvenimento determinante 
nella storia della religione cattolica.


Io ho voluto collegare invece la tradizione dell'albero
a quella del presepe e allora...

ho preparato una pallina presepe da appendere all'albero di Natale 






 volendo si possono appoggiare in bella vista su un mobile




e così si rispetta la tradizione del presepe senza tanti sforzi
basta comprare una pallina  così  
o farla da sè che è anche più divertente












 buona creatività a tutti



se vuoi vedere altre decorazioni natalizie

alberi di natale

ghirlande natalizie

ancora ghirlande

una ghirlanda piccola piccola


cuori natalizi con angeli

fuoriporta natalizi

un-romantico albero di natale 













2 commenti:

  1. stupende brava complimenti grazie di aver partecipato al mio link party ciao laura

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    è adorabilissimo il presepe nella palla di vetro!
    Sara

    RispondiElimina