questo blog è il mio angolo creativo dove posso mostrare tutto ciò che la mia mente pensa e decide di creare in allegria e serenità e condividere con altri le mie passioni....decoupage ...pasta di mais...cucito.... chiacchierino..... tombolo



martedì 31 dicembre 2013

BUON 2014

martedì 24 dicembre 2013






AUGURI   DI  UN  SERENO  NATALE





martedì 17 dicembre 2013

IL PRESEPE



la parola viene dal latino praesepe o praesepium e che vuol dire "mangiatoia".

I primi a descrivere la Natività sono gli evangelisti  Luca e Matteo.
  
Comunemente il "padre del presepio" viene considerato  
San Francesco d'Assisi , poiché a Natale del 1223
fece il primo presepio in un bosco con una mangiatoia all'interno di una caverna con un asino ed un bue viventi,    
ma senza la Sacra Famiglia.

Il primo esempio di presepe inanimato è invece quello scolpito nel legno da  Arnolfo di Cambio  nel 1280.

Un periodo fiorente per i presepi fu il '600 quando vennero costruiti  presepi preziosi e fastosi in molte chiese mentre durante il 700 diventa  moda,  esce dalle chiese per entrare soprattutto nelle case dell’aristrocrazia  che ne fa un motivo di vanto gareggiando per i presepi più sfarzosi e scenografici ed è in  questo periodo che nasce la figura dell’artista che si dedica alla creazione di pastori.

In questo campo artistico l’esempio più particolare si ha nei 
presepi napoletani la cui caratteristica principale è 
l' inserimento della sacra  rappresentazione della natività nel paesaggio campano,ricostruito in scorci di vita che vedono personaggi della nobiltà, della borghesia e del popolo còlti nelle loro occupazioni giornaliere o nei momenti di svago.

Ulteriore novità è la trasformazione delle statue in manichini di legno con arti in fil di ferro, per dare movimento,mentre le teste e gli arti sono in legno dipinto, 
che poi sarà gradualmente sostituito dalla terracotta policroma.

I pastori sono abbigliati con vesti di stoffe più o meno ricche,
adornati con monili e muniti degli strumenti di lavoro tipici dei mestieri dell'epoca e tutti riprodotti con esattezza anche nei minimi particolari. 

Nella prima metà dell'800 la moda -e conseguentemente la passione- dei presepi tramontò ma è rinata nei giorni nostri e rappresenta una caratteristica  dell’artigianato italiano sopratutto meridionale .



Quanto mi diverte cogliere l’occasione di un post 
per un po’ di storia su tradizioni 
che noi ormai diamo per scontate
e magari non ne conosciamo neanche l’origine …
non è il caso del presepe naturalmente 
perchè forse è l’unica tradizione che ci viene spiegata 
già da piccolini quando ci divertiamo 
con i nostri genitori a mettere in atto una scenografia
per un avvenimento determinante 
nella storia della religione cattolica.


Io ho voluto collegare invece la tradizione dell'albero
a quella del presepe e allora...

ho preparato una pallina presepe da appendere all'albero di Natale 






 volendo si possono appoggiare in bella vista su un mobile




e così si rispetta la tradizione del presepe senza tanti sforzi
basta comprare una pallina  così  
o farla da sè che è anche più divertente












 buona creatività a tutti



se vuoi vedere altre decorazioni natalizie

alberi di natale

ghirlande natalizie

ancora ghirlande

una ghirlanda piccola piccola


cuori natalizi con angeli

fuoriporta natalizi

un-romantico albero di natale 













mercoledì 4 dicembre 2013

UN ANGELO ACCANTO A TE...



" tu non sei mai solo
hai un angelo accanto a te 
ti accarezza e ti avvolge nel tuo cammino
ti stringe forte tra le ali e il cuore 
e ti accompagna per la vita"
















un grande abbraccio


a presto 

lunedì 2 dicembre 2013

DI NUOVO SPILLE IN FELTRO



non so voi ma io d'inverno amo circondarmi di sciarpe...
ne ho davvero tante e tante, piccole e grandi,
di lana, di ciniglia, di cotone...
sarà perchè non sopporto le maglie col collo alto,
mi sembra di soffocare ,ma d'inverno bisogna pur coprirsi
dal freddo e stare attente ai mal di gola
e allora ecco che entra in campo una bella sciarpona calda e soffice da utilizzare anche come mantella per coprirsi dentro o fuori casa;
da qui il collegamento è brevissimo   sciarpa = spilla 
per tenerla ferma la sciarpa o solo per abbellirla ...
fate un pò voi ...

dunque eccovi un'altra serie di belle spille in feltro 
per le vostre calde sciarpe
ma si intende che vanno benissimo anche per ingentilire 
giacche o  scuri cappotti 






































domenica 1 dicembre 2013

PALLA...PALLINA...CONTINUA


continua la produzione di palline... 
mi piace provare tecniche diverse ...anche con le palline...
stavolta ho utilizzato delle belle immagini natalizie 
in carta di riso che ho incollato sulle sfere di polistirolo,
le immagini sono state poi ricoperte di vernice lucida per un effetto smaltato mentre tutto intorno ho rivestito la pallina con la pasta neve che ho decorato con glitter colorati,
ma non mi bastava...per dare un tocco ancora più particolare ho realizzato dei decori a rilievo sulla pallina utilizzando la pasta di mais....
su alcune ho creato stelle e fiocchi rossi 
su altre l'agrifoglio ...
la stella di natale...
il vischio... 
su altre invece  piccole roselline rosse
e per completare il tutto un grande fiocco in organza bianco



 eccone alcune






































vi lascio con una promessa ...o forse è una minaccia ...ritornerò con  altre  palline

buon pensiero creativo 


se vuoi vedere altre decorazioni natalizie

alberi di natale

ghirlande natalizie

ancora ghirlande

una ghirlanda piccola piccola


cuori natalizi con angeli

fuoriporta natalizi

un-romantico albero di natale 











mercoledì 27 novembre 2013

UN ROMANTICO ALBERO DI NATALE



Facciamo un pò di storia sul Natale con alcune notizie che
ho preso in giro sulla rete:


La tradizione di adobbare un Albero per il Natale non 
   ha radici cristiane,  ma nasce nei paesi del nord europa,    
  all’incirca verso il XVI secolo quando,  per festeggiare  
  l’arrivo del Natale, si iniziò a preparare  un albero  che  
   veniva adornato con mele, noci, datteri e fiori di carta.

  Alcuni invece fanno risalire la tradizione già nell 'antico  
  rito pagano di  portare  in casa,  prima del nuovo anno, 
  un ramo beneaugurante.

  Altri popoli invece, nel giorno del solstizio d’inverno, la 
  notte più lunga dell’anno,  festeggiavano  la rinascita 
  della vita, nella primavera dopo l’inverno, e adornavano  
  l'albero  con frutta e dolci sostituite oggi dalle palline  
  colorate dei nostri alberi 

   Nel  Medioevo  invece era  diffusa la  tradizione di 
   rappresentare nelle chiese, lo scenario del paradiso in 
   terra, proprio il 24 di dicembre, vigilia di Natale, e per 
   simboleggiare l'albero della conoscenza del bene e del 
   male del giardino dell'Eden si ricorreva, data la regione 
   (Nord Europa) e la stagione, ad un abete sul quale si 
    appendevano dei frutti.

    L'abete, il "Tannenbaum", ha la caratteristica "magica"   
   di essere sempreverde,dono avuto  da Gesù stesso, per 
   avergli offerto rifugio mentre era inseguito dai suoi 
   nemici…

   e proprio per essere sempreverde l'abete è considerato 
   simbolo di vita e di nascita e con l'avvento del 
   Cristianesimo questa usanza è diventata il simbolo 
   del Natale proprio per simboleggare la rinascita con  
   Cristo "

...così brevemente ho cercato di riassumere l'origine di una tradizione che spesso ignoriamo lasciandoci solo prendere dalla suo valore commerciale e consumistico ...

io voglio proporvi un altro aspetto dell'albero di natale ...quello creativo e handmade
 che possiamo realizzare tutti noi in casa,
 basta armarsi di  un pò di creatività e tanta pazienza 
e magari utilizzare  materiali che possiamo riciclare.

io ho realizzato quello che chiamo
un romantico  albero di natale

occorrente :
  • un albero di polistirolo da 25 cm o anche meno 
       dipende dal vosto gusto
  • uncinetto
  • tessuto jersey in lurex rosso (questo da comprare perchè non credo sia disponibile per caso nei vostri cassetti )
  • spilli con la testa tonda
  • nastro di raso giallo oro
  • colla a caldo .

Si inizia a realizzare con l'uncinetto una catenella lunga e
su questa, si realizza, sul secondo giro del lavoro, il punto pelliccia che potete vedere qui 

La lunghezza della lavoro deve essre tale da poter ricoprire tutto l'albero di polistirolo girando intorno ad esso,
partendo dalla sommità fino alla base .

La catenella va fissata sul polistirolo utilizzando gli spilli con la testa e con qualche punto di colla.

Alla fine si lavorano col nastro delle piccole roselline che si fissano sull'albero con colla a caldo e si lavora una più grande che va fissata in cima; per le rose vedere la realizzazione qui.

risultato :

























mi raccomando tutti al lavoro ...
per questo natale alberi handmade 

buon pensiero e lavoro creativo 


se ti interessano altri alberi di natale 
vedi qui

 




domenica 24 novembre 2013

PALLA...PALLINA...IL NATALE SI AVVICINA



palla ...pallina..il Natale si avvicina 
e già, parafrasando una famosa cantilena,
possiamo dire che già nell'aria c'è odore di Natale 
e dunque aspettando il Natale eccoci a sperimentare palline di tutti i tipi e in tutte le tecniche ...
a proposito vi devo postare quelle realizzate fino ad ora,
ma oggi sono troppo impaziente e vi voglio mostrare 
il mio primo  esperimento di pallina con la lana cardata


...ho utilizzato una pallina di polistirolo da 15 cm. e lana cardata di due tonalità di azzurro acquistata  in matassine più altra lana ma di tonalità diverse di verde che ho comprato invece già in filo per poter fare i decori sulla palla e intorno.
Ho  applicato la lana sulla pallina usando la tecnica della cardatura con l'utilizzo dell'apposito ago e infine ho realizzato dei fiori con panno lenci bianco e delle foglie glitter ricavate da un foglio di mousse glitterato bianco ...

ecco il risultato
















a me sembra che l'esperimento possa dirsi riuscito ...
alla prossima pallina ...ciao ciao




se vuoi vedere altre decorazioni natalizie

alberi di natale

ghirlande natalizie

ancora ghirlande

una ghirlanda piccola piccola


cuori natalizi con angeli

 fuoriporta natalizi







mercoledì 13 novembre 2013

UNA GHIRLANDA PICCOLA PICCOLA


ci sono ci sono ....
care amiche buonasera eccomi qua
è passato  tanto tempo dall'ultimo post 
...davvero non riesco ad infilare nelle ore di una giornata tutto cio che è necessario fare e quindi alla fine tra lavoro
e casa  penalizzo sempre il mio blog
come fare ?
...avete qualche segreto ...ne ho davvero bisogno  :-(

comunque stasera rubo un pò di tempo per mostrarvi un piccolo lavoro per il Natale in arrivo
...una ghirlanda natalizia
ve l'ho detto vero ? adoro le ghirlande che appese dinanzi alle porte di case fanno subito festa anche se piccine piccine  proprio come  questa qui










un abbraccio grande ...a presto

mercoledì 23 ottobre 2013

MERCATINO D'OTTOBRE



buona serata a tutti 
anzi è meglio dire buona notte visto che è già tardi..

care amiche sono così occupata al lavoro che proprio
non riesco a trovare un minuto libero per nuovi post
ma stasera vi voglio solo mostrare qualche foto del 
primo mercatino autunnale 
domenica ...
intera giornata...
allietata anche da un sole splendido...
sembrava estate...
e allora mi sono buttata nell'esperienza di un mercatino artigiani in una piazza molto frequentata di una città
vicina ad  Eboli, dove vivo.
E' stata una simpatica esperienza e anche se l'accoglienza
è stata timida sicuramente andrà meglio la prossima volta
visto che ci saranno altri mercatini in vista del Natale ...






















un abbraccio grande  e buon pensiero creativo